Ago 1, 2016

Tipografia: Tutto quello che c’è da sapere sulla Prova Colore

Prima di inviare in stampa un lavoro importante potrebbe essere necessario fare una prova colore. Una verifica importante per sapere in anticipo come verranno le tinte cromatiche dei nostri elementi grafici e delle foto nel catalogo, nella brochure o nei volantini che stiamo per stampare, ed essere sicuri che rispecchino esattamente ciò che avevamo pensato.

Cosa è una prova colore?

Una prova colore è una simulazione vera e propria della stampa che ci permette di vedere il risultato ancora prima di aver prodotto le “lastre” di stampa. Oggi la prova colore (salvo casi particolari) deve seguire le normative ISO introdotte da FOGRA per la riproduzione della stampa perché rappresenta il punto di riferimento per la definizione degli standard internazionali, e che per conto dell’organizzazione ISO ha sviluppato la normativa 12647-2.

Come viene prodotta una prova colore?

prova_colore_tipografando-1

 

Generalmente la prova colore viene prodotta con l’utilizzo di macchinari ad altissima qualità e definzione di stampa, studiati e prodotti proprio a questo scopo. Tali macchinari possono avere anche 12 colori che mescolati insieme simulano colori Pantone® e molte altre gamme cromatiche.

A volte, insieme alla prova colore viene fornita al cliente una certificazione che attesta le tolleranze descritte dalla certificazione ISO, aggiornate alla data di produzione della stessa.

A cosa serve la prova colore?

prova_colore_tipografando-2

Come detto in precedenza, la prova colore può essere utile per vedere in anticipo la resa cromatica di uno stampato, ma anche per calibrare le immagini in funzione al soggetto rappresentato in stampa. Possiamo quindi dire che la prova colore è una garanzia sia per il cliente che per la tipografia.

Un altro motivo per fare la prova colore è l’aspetto legale. Infatti, come per la cianografica, una volta che la prova colore viene validata dal cliente nell’apposito spazio “Visto si stampi”, rappresenta per la tipografia una tutela verso eventuali contestazioni del lavoro stampato.

In pratica, se dovete mandare in stampa un lavoro complesso è consigliabile richiedere la produzione di una prova colore che, oltre a garantirvi di non aver commesso qualche errore nelle scelte cromatiche, vi permetterà di calibrare preventivamente quella foto a cui il vostro cliente tiene in “particolar modo”.